#WomensBoat #Gaza #WomenFlotilla #israele #donne #deportazione

2

I Dettagli che emergono dalla cattura

Messina 6 ottobre 2016

Messina, Italia: Tutte le 13 donne (Foto e Biografia) imbarcate sulla Women’s Boat dirette a Gaza sono attualmente in fase di espulsione dopo essere state catturate dalle forze di difesa israeliane (IDF) e detenute in prigione a Ashdod.

flot.jpgWendy Goldsmith, un membro del team che lavora sul posto per ottenere la liberazione delle donne ha affermato che “la deportazione è stata molto più veloce rispetto alle flottille precedenti. Abbiamo una grande squadra legale che assiste le donne e sospettiamo che il motivo del rapido rilascio sia stato causato dall’attenzione dei media e sul giudizio negativo che Israele ha ricevuto per la sua intercettazione illegale”.

Secondo i primi rapporti delle donne rilasciate, Zaytouna-Oliva è stata circondata da due navi da guerra con quattro o cinque imbarcazioni navali più piccole. L’IDF ha intimato a Zaytouna-Oliva di fermare la loro rotta verso Gaza. Quando l’avviso è stato rifiutato, almeno 7 membri dell’IDF, sia maschile che femminile, sono saliti a bordo di Zaytouna-Oliva prendendo possesso delle barche a vela. Questo è accaduto in acque internazionali.

Nel corso della loro cattura, le donne continuavano a ripetere all’IDF che l’intercettazione di Israele della loro barca era illegale e che erano state portate in israele contro la loro volontà.

Women’s Boat Coalition afferma che mentre la prigione  per le donne a bordo di Zaytouna-Oliva è finita, la prigionia di 1. 9 milioni di palestinesi di Gaza rimane. La Campagna afferma, inoltre, che il termine “pace” che è stato usato da alcuni mezzi di comunicazione per descrivere la cattura non è corretta. La pace è  semplicemente l’assenza di violenza fisica. L’oppressione, l’occupazione, la negazione dei Diritti umani e il sequestro di una barca con un equipaggio di donne non violente contro la propria volontà, non sono attività pacifiche. Women’s Boat verso Gaza e la Freedom Flotilla Coalition continueranno a navigare fino a quando la Palestina non sarà libera.

La Barca delle donne verso Gaza è una iniziativa della Freedom Flotilla Coalition composta da organizzazioni della società civile con la partecipazione di oltre  una dozzina di paesi. Per ulteriori informazioni, visitare il sito http://www.womensboattogaza.org

 

In Canada si prega di contattare:

Sandra Ruch: miriamswell@hotmail.com + 1-416-716-4010

Irene Macinnes: iremac@shaw.ca + 1-778-870-2448
Donare:

È possibile sostenere barca delle donne a Gaza con la donazione on-line: http://canadaboatgaza.org/donate/
Coloro che possono beneficiare di una ricevuta fiscale degli Stati Uniti possono contribuire online all’indirizzo:

https://womensboatgaza-nonviolenceinternational.nationbuilder.com/contribute
Altri modi di essere coinvolti:

Seguiteci a http://www.canadaboatgaza.org e freedomflotilla.org

http://www.facebook.com/FreedomFlotillaCoalition/ e http://www.facebook.com/CanadaBoatGaza/

Twitter @GazaFFlotilla @CanadaBoatGaza

Women’s Boat canadese: http://www.canadaboatgaza.org email: canadaboatgaza@gmail.com
Bateau Canadien versare GAZA: http://www.canadaboatgaza.org courriel: canadaboatgaza@gmail.com
http://www.canadaboatgaza.org

canadaboatgaza@gmail.com

 

7 ottobre 2016

Fonte: invictapalestina.wordpress.com

Annunci