#Gaza #Hamas #ISIS #israele #missili #Palestina #ResistenzaPalestinese #Sderot

1

Un presunto gruppo palestinese legato all’Isis ha rivendicato ieri la responsabilità per il lancio di un missile nel sud di Israele. Il razzo ha colpito ieri mattina la città meridionale di Sderot sul confine di Gaza, causando solo lievi danni materiali.

Il gruppo Ahfad al-Sahaba, affiliato all’Isis, ha rivendicato la responsabilità per l’attacco affermando che era parte della “jihad contro gli ebrei”, e una risposta al recente arresto di propri miliziani da parte del gruppo di Hamas. Il giornale israeliano Haaretz ha riportato che il gruppo è alleato con gruppi salafiti Isis a Gaza, ed ha già rivendicato la responsabilità per un precedente attacco missilistico avvenuto lo scorso 21 agosto. Anche in questo ultimo attacco non si sono registrate lesioni a persone, ma la rappresaglia israeliana ha causato il ferimento di venti civili palestinesi.

In risposta all’attacco di ieri, l’artiglieria israeliana ha sparato contro un posto di osservazione di Hamas nei pressi della città di Beit Hanoun. I media di Hamas hanno riferito che nessuno è rimasto ferito durante l’attacco. Il movimento di resistenza Hamas ha condannato con forza la recente escalation israeliana nella Striscia di Gaza, avvertendo delle possibili conseguenze. Il portavoce del movimento, Sami Abu Zuhri, ha affermato che il suo gruppo non avrebbe esitato a rispondere duramente all’escalation israeliana.

Abu Zurhi ha sottolineato che i raid aerei israeliani hanno lo scopo di coprire il crimine della Marina israeliana compiuto contro la barca della flottiglia composta da donne che era diretta a Gaza. Israele sta cercando di giustificare il suo brutale assedio su Gaza e l’attacco alla nuova flottiglia di operatori umanitari diretta verso la Striscia di Gaza.

Negli ultimi anni anche nella Striscia di Gaza si è registrata la presenza di gruppetti di mercenari appartenenti all’Isis. Le azioni criminali di questi terroristi si sono concentrate soprattutto negli attacchi a strutture e membri della Resistenza palestinese, e lanci di razzi contro Israele. Questi attacchi missilistici sono serviti solo ad Israele per sentirsi autorizzato a compiere ulteriori aggressioni militari contro la Striscia di Gaza. Quindi, quale sia il ruolo dell’Isis e a chi giova tutto ciò, crediamo sia oltremodo evidente.

 

Di Giovanni Sorbello

 

6 ottobre 2016

Fonte: ilfarosulmondo.it