#Syria #Siria #DeirEzzor #USA #bombardamento #errore #Aleppo #ConvoglioUmanitario #Mainstream #Media #Assad #BanKimoon #Putin #NATO #ONU #Occidente #menzogne

1

Ma quanto bello è sfogliare i vecchi album fotografici eh? Affiorano alla memoria tante cose di cui non ricordavamo più nemmeno l’esistenza: quel taglio di capelli, quell’amichetto con cui giocavamo sempre a calcetto, e com’era giovane la zia! Per la politica si può fare la stessa cosa, basta usare sapientemente i motori di ricerca, ma è un po’ più difficile però, perché non tutte le fotografie sono digitalizzate e quindi l’album politico che otterremo sarà per forza di cose un prodotto recente. Molto recente. L’altra sera gli americani hanno effettuato una ricognizione sopra i cieli siriani, sono tornati indietro dopo aver con calma preso visione dell’obiettivo ed hanno bombardato l’esercito regolare siriano che stava combattendo contro i terroristi ribelli. Il risultato è di 90 soldati siriani uccisi. Allora accendo la televisione in attesa della ferale notizia, ma il Media che fa? Invece di riportare la sconvolgente provocazione, che rischia di scatenare un conflitto internazionale senza precedenti, sento biascicare  di convogli Onu che sarebbero stato colpiti da Assad. Ovviamente le solite affermazioni spurie, senza che venga apportato alcun filmato, alcuna fotografia, alcuna prova. Del micidiale raid americano niente di niente. Allora, stufo di sentire amenità e servile propaganda metto il telecomando in streaming e ascolto dalla viva voce del Presidente dell’Onu, Ban Ki Moon, tuonare che: “nessuno in Siria ha ucciso più del suo presidente Assad”. A quel punto, mi sono deciso a rispolverare le foto di famiglia, mostrando i politici che in questi anni hanno lodato, pranzato e invitato a cerimonie importanti il Presidente Assad, sempre e  rigorosamente a favor di telecamera. Ogni foto è commentata per i tanti smemoriati che bazzicano la blogosfera.

1

Qui abbiamo in amorevole conversazione il cattivone Assad (sulla destra) con la pecorella  antiwelfare  Schroeder, il leader tedesco premerkel che diceva in giro di essere socialista. Assad che è davvero un socialista del partito Baath lo osserva come giustamente si deve osservare un socialista europeo per evitare sorprese: stando attento che non ti rubi l’argenteria.

1

Qui Assad dà le spalle alla Merkel. Io non lo farei mai …

1 In questa istantanea il presidente dell’Onu Ban Ki Moon stringe la mano ad Assad! Ma come, ma non era un criminale che ha sterminato il suo popolo? Io se vengo a sapere che uno non fa la raccolta differenziata manco lo saluto! Questo stringe la mano e sorride ad un serial killer? mah!

1

Questo signore a Destra è il papà di Assad, Assad senior. Si trova in compagnia di Bush senior, ex presidente americano che ha bombardato per mesi l’Iraq nel 1991.  A ‘Striscia’ direbbero che i due sono vicini vicini…

1

Questa qua sopra è una foto FANTASTICA. Il presidente francese Sarkozy stringe la mano ad Assad dopo averlo invitato in Francia per festeggiare il 14 luglio, ricorrenza della gloriosa Rivoluzione. Una settimana dopo aver ospitato Assad, Sarkozy va a bombardare la Libia e ad assassinare Gheddafi su mandato americano. Il piano inziale prevedeva anche l’aggressione alla Siria, rimandata dalla Nato solo per questioni tecniche. Assad era alleato di Gheddafi e dello stesso partito politico.

BRITAIN SYRIA

Qui la moglie di Assad saluta la regina d’Inghilterra. Cordialità affettuose. Gli UK hanno partecipato al raid contro Assad dell’altro giorno.

1 Qui abbiamo un socialista che stringe la mano ad un dittatore di estrema destra. Non so, sinceramente, con quale stomaco Assad abbia stretto le mani al ducetto pugliese Massimo D’Alema, simpatico sostenitore dei bombardamenti su Belgrado. Ricordo che  Milosevic, l’allora presidente serbo, è stato assolto dalle accuse con una sentenza internazionale molto recente (ovviamente dopo averlo fatto schiattare in prigione).

1

Assad qui è con Tony Blair, una specie di D’Alema inglese, solo che più elegante.

1

Qui sopra abbiamo la famiglia reale spagnola, i Borbone, con Assad. Assad era stato regolarmente eletto; nella democratica Spagna, invece,  i Borbone regnano dal ‘700 senza che nessuno li metta in discussione.

1Qui a lato, Erdogan vuole abbracciare Assad. I filmati  hanno fatto vedere che dopo faceva passare i terroristi di mezzo mondo in Siria a combattere colui che qui vuole sbaciucchiarsi. Sotto, la coppietta di amiconi fa ciao ciao con la manina. 1

1 In questa foto Assad è ritratto con un noto pregiudicato italiano. Il tipo in questione pare sia molto bravo a procurare entreneuses di alto bordo. Evidentemente anche Assad sente le tensioni mediorientali e la stanchezza. Meglio tenersi buoni questi che hanno tutti sti contatti con nani e ballerine, magari c’è da divertirsi.

1 In questa istantanea Assad è ancora col presidente dell’Onu nativo della Corea del Sud. Per Ban Ki Moon l’amicizia è una cosa seria e va coltivata con continuità. Poi se ne va al Palazzo di Vetro di NY a dire che il suo amico è un assassino, ma si tratta di una goliardata, mica ci sarà qualche fesso in giro che lo crede veramente.

*** *** ***

*Le Admin di questo blog aggiungono anche questa foto*

1

La foto ha fatto il giro del mondo e ha messo in serio imbarazzo la Casa Bianca. Risale al 2009 e mostra John Kerry, insieme alla moglie, cenare con il ‘dittatore’ siriano Bashar al- Assad e consorte. Secondo alcune fonti, l’immagine sarebbe stata scattata nel febbraio di quell’anno, nel ristorante Naranj di Damasco; a quei tempi, Kerry era a capo di una delegazione che si era recata in Siria per discutere il modo di riuscire a garantire la pace nella regione.

*** *** ***

21 settembre 2016, Massimo Bordin

Fonte: micidial.it

Annunci