#Syria #Siria #ONU #BanKimoon #SaudiArabia #ArabiaSaudita

1

Il ministero degli Esteri siriano ha confermato che la Repubblica araba siriana si impegna a sostenere il diritto del popolo siriano a determinare il proprio futuro in conformità con le disposizioni della Carta delle Nazioni Unite, sottolineando che l’ultimo discorso di Ban Ki-moon, segue quelle delle nazioni dominanti.

“Le Nazioni Unite hanno deviato durante il mandato di Ban Ki-moon, al loro ruolo chiave nella ricerca di soluzioni giuste ai problemi internazionali. Proprio per questo non potevano, durante il periodo di Ban Ki-moon, risolvere uno di questi problemi internazionali, al contrario l’ONU è asservita alle posizioni degli stati dominanti”, si legge in un comunicato del ministero degli Esteri.

La dichiarazione ha aggiunto che Ki-moon dovrebbe sapere che il popolo siriano, che si batte da più di cinque anni contro il terrorismo, è l’unico che ha il diritto di decidere il proprio futuro e non ha bisogno del parere di Ban Ki-moon , che è stato protagonista dello scandalo di ritirare il rapporto che ha condannato l’Arabia Saudita in cambio di un pugno di dollari.

Fonte: Sana.sy
Tradotto e pubblicato il 21 settembre 2016 da lantidiplomatico.it