#Syria #Siria #Aleppo #ConvoglioUmanitario #ONU #Russia

1

Gli aerei da guerra russi e siriani non hanno lanciato attacchi aerei sul convoglio di aiuti delle Nazioni Uniti sulla strada per Aleppo. Lo ha dichiarato il Ministero della Difesa russo, che ha aggiunto che solo i militanti che controllano la zona avevano informazioni sulla posizione del convoglio.
“Aerei da guerra russi e siriani non hanno effettuato alcun attacco aereo su un convoglio di aiuti umanitari delle Nazioni Unite nel sud-ovest di Aleppo”, ha detto il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov in una dichiarazione Martedì.

Il Centro russo per la Riconciliazione ha detto che aveva usato droni per accompagnare il convoglio perché il suo percorso passa attraverso il territorio controllato dai ribelli, ma solo fino a un certo punto. “Intorno alle 13:40 ora di Mosca (10:40 GMT) il convoglio di aiuti ha raggiunto con successo la destinazione. La parte russa non ha monitorato il convoglio dopo questo punto ed i suoi movimenti erano conosciuti solo dai militanti che erano nel controllo della zona” ha aggiunto Konashenkov

Il portavoce del ministero della difesa ha detto che l’esercito russo ha analizzato tutti i filmati dalla scena in loro possesso e che non vi era alcun segno di convoglio preso di mira da un attacco aereo.
“Abbiamo studiato attentamente il filmato dal punto in cui l’incidente ha avuto luogo e non abbiamo trovato alcun segno di qualsiasi tipo di munizione che può aver colpito il convoglio. Non ci sono crateri, mentre i veicoli hanno i loro telai intatti e non sono stati danneggiati gravemente come nel caso di un attacco aereo”, ha proseguito.

“Tutte le riprese video dimostrano che il convoglio ha preso fuoco, che stranamente è accaduto quasi esattamente allo stesso momento in cui i militanti hanno iniziato un’offensiva su larga scala su Aleppo”.

FONTE: RT

 

20 settembre 2016 – lantidiplomatico.it

Advertisements