#Syria #Aleppo #RibelliModerati #tregua

Gli abitanti che vivono nel sud di Aleppo mostrano poco ottimismo per la nuova tregua raggiunta tra Russia e Stati Uniti nella notte. Il corrispondente di RT in Siria Lizzie Phelan  ha intervistato alcune persone nella città simbolo della guerra di liberazione dell’esercito siriano contro i terroristi nel paese.

“Non penso che questo piano funzionerà perché non esistono i cosiddetti ribelli moderati ad Aleppo. Tutti i gruppi armati stanno agendo come terroristi”, dichiara una delle persone intervistate.

Abdul Karim concorda: “Ogn volta è sempre lo stesso. I gruppi armati rompono la tregua e ci colpiscono”.

Un altro uomo, Kemal, sottolinea come i mercenari stranieri che combattono con i gruppi armati sono la fonte di instabilità principale in Siria.  “Noi, siriani, possiamo raggiungere un accordo. Ma non vogliamo stranieri nel nostro paese. Vogliamo cacciarli”.

 

10 settembre 2016

Fonte: lantidiplomatico.it

Annunci