#Syria #Siria #USA #GranBretagna #ribelli

Missili-Stinger-per-i-ribelli-siriani_h_partb
Foto: missili Stinger per i ribelli siriani

85 soldati inglesi addestreranno e faranno da supervisori a un nuovo gruppo di “ribelli” destinato a combattere in Siria. Secondo il Telegraph, l’addestramento si svolgerà in Giordania, Turchia, Qatar e Arabia Saudita.

Nel dare la notizia il Governo inglese non ha fatto alcuna menzione del legittimo Governo siriano, lasciando chiaramente intendere che l’ennesima milizia non avrà alcun benestare da Damasco. Non è chiaro se il nuovo gruppo sarà impegnato contro l’Isis o se si aggiungerà alle altre 100 e più sigle che combattono (o fanno finta di farlo) contro il legittimo Governo siriano.

Con tutta probabilità, giunti allo snodo decisivo della guerra, ciascuna delle potenze straniere che ha tentato di smembrare la Siria prova ad avere una propria pedina sul campo attraverso cui ritagliarsi un’area di influenza.

A nord gli Usa ci provano con i curdi e la Turchia con i vari gruppi che si stanno sciogliendo sotto le bombe russe e le avanzate di siriani ed alleati. A sud, lungo il confine giordano, da qualche tempo è attivo il Nuovo Esercito di Siria (Jaysh Suriya al-Jadid), sponsorizzato da Washington e Amman nel tentativo di sostituirsi all’Isis e mettere le mani sul petrolio e gas del sud del Paese. Un tentativo fin’ora frustrato, a cui gli Usa non hanno alcuna intenzione di rinunciare.

Il fatto che tutt’ora, malgrado i tanti proclami affidati ai media, Washington continui in tutti i modi ad aiutare i terroristi che insanguinano la Siria è arcinoto oltre che arcidimostrato: pochi giorni fa, nell’area di Aleppo, nella zona di Bani Zaid, le forze siriane hanno sequestrato ingenti quantità di armi americane abbandonate dai qaedisti in fuga, fra cui una miriade di sistemi anticarro Tow. Come quel materiale sia finito nella mani dei tagliagole di al-Nusra e dei suoi gruppi satelliti è superfluo dire.

Resta tutta l’ipocrisia di un Occidente che, caparbiamente, non vuole rinunciare a spartirsi la Siria e che è disposto a tutto pur di ostacolare la vittoria della Resistenza.

 

4 agosto 2016

Fonte: http://www.ilfarosulmondo.it/siria-ribelli-regno-unito/

Advertisements