#Turchia #golpe #GolpeTurchia #Erdogan

Il golpe militare è fallito. Il fascismo democratico e islamista di Erdogan adesso può mostrare tutta la ferocia.

1

Migliaia di giudici destituiti, quasi 3mila militari imprigionati. Le forze di opposizione sono già in carcere da tempo, il giornalismo indipendente sconfitto dal fascismo operante di Erdogan. Ecco, questa è la situazione della democrazia turca: repressione come filo conduttore sempre e ovunque. Le forze islamiste che al grido di Allah akbar hanno preso possesso delle strade e delle piazze, impedendo un colpo di stato militare guidato dalle forze laiciste che aveva come scopo quello di ripristinare la democrazia.
Paradossi, direte. Siamo nell’aria più calda del pianeta, sulla frontiera tra Europa e Asia, quella dove si giocano i destini del popolo curdo martoriato da Erdogan e quelli strategici più generali. Sicuramente i lealisti che sono scesi in piazza non l’hanno fatto pacificamente, si parla di torture e decapitazioni, di linciaggi e di un’azione talmente feroce di vendetta che la stessa Merkel ha dovuto chiedere a Erdogan di rispettare i diritti umani. Insomma, per quello che può. Le immagini mostrano le vendette in azione.

1

16 luglio 2016 – http://www.globalist.it/world/articolo/203456/decapitazioni-linciaggi-giudici-cacciati-la-democrazia-di-erdogan.html

 

 

Advertisements