#migrazioni #migranti #profughi #rifugiati #UnioneEuropea #PianoAiuti #Africa #Etiopia #RegimiSpietati #torture #abusi #stupri #violenze #repressioni #assassinii #HRW

sm1

L’Unione Europea si accinge a varare un piano di aiuti ad alcuni paesi africani in cambio della loro collaborazione a bloccare i flussi migratori dall’Africa verso le nostre coste.
Tra questi paesi ci sarà anche l’Etiopia, partner strategico da tempo e tra i paesi più filoamericani del continente nero.

sm3
Aiuteremo, così, uno dei più spietati regimi del corno d’Africa, uno dei paesi in cui le ragioni per scappar via, cercare salvezza e futuro da noi, sono tragicamente reali.

sm2
Negli ultimi mesi, sono state assassinate almeno 400 persone, come denuncia Human Rights Watch, e migliaia di altre sono state arrestate e torturate. I corpi speciali di polizia del regime hanno represso nel sangue le manifestazioni, soprattutto studentesche, contro un piano urbanistico di espansione della capitale che minacciava l’ennesima espulsione forzosa di migliaia di agricoltori.

sm4
Tra gli arrestati, e detenuti ancor oggi, tantissimi studenti, professori, politici di opposizione e persino operatori sanitari rei di aver prestato soccorso ai feriti.
Molte ragazze arrestate sono state violentate, moltissimi ragazzi sono stati torturati nei modi più bestiali, tra scosse elettriche ai piedi e pesi ai testicoli.

sm5
Se questa Europa pensa di affrontare così il tema dell’emigrazione e degli aiuti all’Africa, non è la nostra Europa. Se l’idea è di contenere i flussi migratori grazie alla collaborazione e alla violenza di regimi repressivi, questo “aiuto” ha un solo nome: crimine contro l’umanità.

 

Di Silvestro Montanaro

 

21 giugno 2016

Fonte: Facebook

Advertisements